Calabriameteo.it

 

 

 

 Servizi utili  vacanze in Calabria

   Home Chi siamo  Dicono di noi   Servizi   Contatti FORUM

Meteo Province: Catanzaro|Cosenza| Crotone|Reggio C|Vibo V
 

Roberto BENZI

Roberto Benzi è nato a Roma il 9 marzo 1952 e si è laureato in Fisica nel luglio del 1975 presso  l’Università di Roma. Dopo aver svolto il servizio militare nel 1977, ha lavorato presso l’Istituto di Fisica dell’Atmosfera CNR di Roma, fino al 1981, e presso il centro di ricerche IBM di Roma,fino al 1988, dove ha coordinato il settore di fisica computazionale. Dal 1981 al 1984 è stato docente di meccanica razionale presso l’Università degli Studi dell’Aquila. Dal 1988 è professore di fisica teorica presso l’Università di Roma “Tor Vergata”, e dal 2001 e professore ordinario nella cattedra di Fisica dei Sistemi Dinamici. Dal 1995 al 2001 è stato Membro dell’Autorità per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione. Dal 2001 è consigliere scientifico per il Ministro dell’Innovazione e Tecnologia.

Attività Scientifica - Una cospicua parte delle attività di ricerca del Prof. Benzi è stata svolta, in qualità di visitingprofessor, in collaborazione con numerosi centri di ricerca internazionali, fra i quali: CourantInstitute (New York), Yale University, European Center for Medium Range Weather Forecast (Reading UK), Laboratoire de Meteorologie Dynamique dell’Ecole Normale Superieure (Parigi), U.L.B. Bruxelles, Laboratoire de Physique Statistique dell’Ecole Normale Superieure di Lione,Princeton University, Weizmann Institute Tel-Aviv.I risultati ottenuti nell’attività di ricerca del prof. Benzi riguardano soprattutto i campi della meteorologia e climatologia, fisica computazionale, teoria della turbolenza e teoria dei sistemidinamici. In questi settori, il prof. Benzi ha curato sia gli aspetti di ricerca di base che le fasi di applicazione sviluppando i necessari mezzi informatici, sia su calcolatori seriali che vettoriali,utilizzando strumenti per l’elaborazione delle immagini per la visualizzazione dinamica e interpretazione delle informazioni sperimentali e computazionali, e infine calcolatori paralleli amemoria condivisa e distribuita, sia della classe MIMD che SIMD. In particolare, nel calcoloparallelo, ha coordinato uno fra i primi gruppi di lavoro in Europa nello sviluppo e realizzazione di codici di calcolo numerico per elaboratori a memoria non condivisa di tipo MIMD.I principali risultati scientifici conseguiti sono: la scoperta di un nuovo meccanismo, detto di risonanza stocastica; la realizzazione di strumenti di visualizzazione computerizzata per lo studio delle anomalie della circolazione generale dell’atmosfera;la formulazione di una nuova teoria delle anomalie delle onde planetarie e lo sviluppo dell’analisi osservativa che ne ha consentito la verifica sperimentale;la formulazione di una nuova teoria della turbolenza sviluppata basata sulla teoria dei campimultifrattali;la formulazione e applicazione di una nuova metodologia di analisi della predicibilità in sistemicomplessi; la formulazione di un nuovo algoritmo di simulazione per calcolatori massivamente paralleli suproblemi di fluidodinamica e turbolenza sviluppata; la scoperta di una nuova formulazione delle leggi di autosimilarità estesa per i fludi turbolenti e la corrispondente verifica sperimentale. E’ referee scientifico di numerose riviste internazionali fra le quali: Journal of Physics; PhysicalReview; Physics of Fluids; Europhysics Letters; Physica A; Physica D; Journal of AtmosphericScience; Journal of Computational Physics; Journal of Fluid Dynamics; Journal of Statistical Physics.
2
E’ referee della Comunità Europea per i progetti di ricerca ed è stato membro del consiglio scientifico dell’Istituto di metodologie geofisiche CNR di Modena e dell’Istituto di Fisica dell’Atmosfera CNR di Roma. Dal 1988 al 1992 è stato membro del Comitato di Gestione del Centro di Calcolo parallelo CASPUR di Roma. E’ stato membro dell’European TurbulenceCommettee e socio corrispondente del’Euromech Commettee. E’ stato invited speaker dell’American Physical Society. E’ autore di oltre 120 pubblicazioni su riviste internazionali.

Attività Istituzionali

Dal 1988 al 1992 è stato consulente del Ministero dell’Agricoltura e Foreste collaborando alla realizzazione della metodologia di analisi statistica per il sistema agrometeorologico nazionale,alla realizzazione della banca dati climatologica del Sistema informativo agricolo nazionale(SIAN), alla definizione, realizzazione e messa in esercizio del modello di bilancio idrologicosuperficiale, alla procedura di ottimizzazione della rete di rilevamento e, infine, ha coordinato il gruppo di lavoro per la realizzazione del modello operativo ad area limitata per il monitoraggiodella stagione agraria. Dal 1993 al 1995 è stato consigliere scientifico presso il Dipartimento per i servizi tecnici nazionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il quale ha coordinato il gruppo di progettazione e realizzazione del Sistema informativo unico e il gruppo di analisi e realizzazione delle procedure dei sistemi informatici. In quest’ambito ha collaborato alla progettazione del sistema di rilevamento e previsione dello stato del mare, il polo di calcolointensivo (primo progetto in Italia che abbia utilizzato strumenti avanzati calcolo ad altocontenuto di innovazione tecnologica nella Pubblica Amministrazione) e l’integrazione delle basi informative.In qualità di Membro dell’Autorità per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione, è statoreferente di numerosi progetti intersettoriali elaborandone l’architettura funzionale etecnologica e definendone i contenuti normativi da proporre al governo e al parlamento. In particolare ha curato il progetto Firma digitale, coordinando i gruppi di lavoro sulle specifichenormative tecniche al fine di garantire l’interoperabilità e la sicurezza del sistema. In questo ambito, ha anche provveduto a definire i contenuti della nuova disciplina sulla firma elettronica in relazione alla direttiva europea. Ha coordinato i gruppi di lavoro sulla carta di identità elettronica e sulla carta nazionale dei servizi, definendo le specifiche tecnologiche eorganizzative e i relativi profili di sicurezza. Ha definito le nuove regole da adottare per la conservazione digitale dei documenti. Ha coordinato il progetto sui sistemi informativi territoriali e sul sistema integrato delle anagrafi. Infine, ha elaborato l’architettura tecnico funzionale del sistema di servizi di base della rete unitaria della pubblica amministrazione.Ha fatto parte della delegazione italiana alla conferenza internazionale di Ottawa sul commercio elettronico (1998) e alla conferenza G8 sulla sicurezza e il commercio elettronico. Nel 1997 è stato nominato, quale rappresentante del Governo Italiano, presso il comitato Sogits della Comunità Europea e nel 2000 quale capo delegazione italiana per il comitato“Article 9” sull’applicazione della direttiva europea in merito alla firma digitale.

Elenco delle principali pubblicazioni

Benzi R., G. Martinelli, G. Parisi, 1978: High temperature expansion without a lattice, Nucl.Phys. B135, 429.

Benzi R., A. Vulpiani, A. Sutera, 1981: The mechanism of stochastic resonance, J. PhysA:Math. Gen. L453.

Benzi R., G. Parisi, A. Sutera, A. Vulpiani, 1983: On the theory of stochastic resonance in climate changes, SIAM App. Math. 43, 565.
--------------------------------------------------------------------------------
 
Benzi R., G. Paladin, G. Parisi, A. Vulpiani, 1984: On the multi fractal nature of fully developed turbulence and chaotic systems, J. Phys. A:Math. Gen. 17, 3521.

Benzi R.,G. Paladin, G. Parisi, A. Vulpiani, 1985: Characterization of intermittency in ChaoticSystem, J. Phys. A: Math. Gen. 18, 2165. Benzi R., P. Malguzzi, A.

Speranza, A. Sutera, 1986: The statistical properties of general atmospheric circulation: obervational evidence and minimal theory of bimodality, Quart. J.Roy. Met. Soc. 112, 661.

Benzi R., S. Patarnello, P. Santangelo, 1986: On the statistical properties of two dimensional decaying tubulence, Europhys. Lett. 3, 811. Succi S., P. Santangelo,

R. Benzi, 1988: High resolution lattice gas simulation of two dimensional turbulence, Phys. Rev. Lett. 60, 2738. Benzi R., 1988: Theory of multiple equilibria in quasi geostrophyic flows, Persistent Meteo Oceanographic Anomalies and Teleconnections, Pontificia Academia Scientiarum.

Benzi R., S. Succi and M. Vergassola 1992: The Lattice Boltzmann Equation: Theory and Applications, Phys Reports, 222, 3.

Benzi R., L. Biferale, G. Parisi 1992: On Intermittency in a Cascade Model for Turbulence,Physica D, 65,1993.

Benzi R., L. Biferale, G. Parisi 1992: Intermittency correction to the Obukhov Corrsin theory of passive scalar, Eur. Phys. Lett., 18, 213.

Benzi R., L. Biferale, A. Crisanti, G.Paladin, M. Vergassola and A- Vulpiani, 1993: A Random process for the construction of multiaffine fields, Physica D, 65,352. Ape collaboration,

R. Benzi, F. Massaioli, 1993: LBE simulations of Rayleigh-Benard convectionon the APE100 parallel processor, 4, 993.

Benzi R., S. Ciliberto, R. Tripiccione, C. Baudet, F. Massaioli, S. Succi, 1993: Extended Self Similarity in Turbulent Flows, Phy. Rev. E: Rapid Comm., 48, R29.

Benzi, R. Tripiccione, M. Massaioli, S. Succi, S. Ciliberto 1994: On the scaling of the velocityand temperature structure functions in turbulent Rayleigh-Benard convection, EurophysicsLetters, 25, 341.

Benzi R., S. Ciliberto, C. Baudet, G. Ruiz Chavarria, 1995: On the scaling of three dimensional homogeneous turbulence, Physica D., 80, 385.

Benzi R., R. Tripiccione, F. Massaioli, S. Succi, 1994: Boltzmann's Legacy 150 years after hisbirth, Atti dei Convegni Lincei, 131.

Kadanoff L., D. Lohse, J. Wang, R. Benzi, 1995: Scaling and dissipation in the Goy Shell model,Physics of Fluids, 7, 617.

Benzi R., B. Legras, G. Parisi, R. Scardovelli, 1995: Conformal Field Theory and DirectNumerical Simulation of Two Dimensional Turbulence, Europhysics Letters, 29, 203.

Benzi R., L. Biferale, S. Ciliberto, M.V. Struglia, R. Tripiccione, 1996: Generalized Scaling in Fully Developed Turbulence, Physica D, 96, 162.

Benzi R., L. Biferale, E. Trovatore, 1996: Universal Statistics of Nonlinear Energy Transfer inTurbulent Models, Phys. Rev. Lett., 77, 114.

Benzi R., L. Biferale, A. Wirth, 1997: Analytical Calculation of anomalous scaling in randomshell models of passive scalars, Phys. Rev. Lett., 78, 4926.

Benzi R., L. Biferale, E. Trovatore, 1997: Ultrametric structure of multiscale energycorrelations in turbulent models, Phys. Rev. Lett., 79, 1670. Benzi R., L. Biferale, F. Toschi, 1998: Multiscale velocity correlations in turbulence, Phys. Rev.Lett, 80, 3244.
--------------------------------------------------------------------------------

Toschi F., G. Amati, S. Succi, R. Benzi, R. Piva, 1999: Intermittency of structure functions inchannel flow turbulence, Phys. Rev. Lett.

 

Servizi

Sms Meteo

I nostri servizi

Attiva il servizio sms meteo...

   

Previsioni personalizzate

Previsioni sul tuo sito

previsioni meteo marine

Previsioni per il tuo sito

   

Meteo mare e venti

Mappe meteo

previsioni meteo marine

mappe meteo alta risoluzione